nous

villa starace

Contatti

Per ricevere notizie di tutti i nostri eventi o per richiedere informazioni su un evento specifico

 


Nous - il cammino etico


Innanzitutto perché Νους?

 

Νους in greco significa intelletto, mente, giudizio, volontà ma anche sentimento, animo, spirito, desiderio, progetto.

Ed è proprio questo che vogliamo recuperare: la consapevolezza dell’unità inscindibile non solo fra mente e corpo ma anche fra mente-anima-spirito, che non a caso i Greci indicavano con una sola parola: Νους’.

Per Platone inoltre l'Intelletto, il Νους è il solo in grado di cogliere la verità in sé delle cose. La razionalità, al contrario, si limita a trarre conclusioni logiche e ineccepibili partendo da premesse che però potrebbero essere errate.  

Νους ci è piaciuto anche perché i caratteri che compongono questa parola sono comprensibili per noi pure nell'originale grafia greca.

Inoltre Νους si presta a una lettura ‘francese’ il cui significato “noi” rimanda a un fare insieme, a un costruire che non è demandato agli ‘esperti’, ai ‘competenti’ ma presuppone una circolarità di pensieri e di emozioni che passano dall’uno all’altro e ritornano arricchiti a ogni passaggio.

Se lo scriviamo invece con l’iniziale minuscola ‘νους’ noi occidentali lo leggiamo come ‘vous’, dunque, ancora nella lettura francese, sta a indicare che i protagonisti siete voi, coloro che leggete e che invitiamo a entrare nel circolo più grande del ‘Νους’, Noi.

 

Cosa è Νους?

 

Νους è nato come Centro di Arte e Psicologia  e si è proposto negli anni offrendo spazio e accoglienza a tutte le forme di arte e a corsi e  seminari di psicologia oltre che  laboratori esperienziali di arteterapia.

Infatti le due aree, artistica e psicologica, convergono naturalmente a creare uno spazio in cui l’una si pone a servizio dell’altra, avendo ambedue il fine di accrescere e migliorare la qualità della vita e apportare benessere all’uomo e all’ambiente in cui vive.

 

Attualmente Νους sta convogliando i propri sforzi ed energie per divulgare una maggiore consapevolezza su temi di interesse primario, quali la salute psico-fisico-spirituale e la realtà che ci circonda in cui nulla sembra essere ciò che appare.

Infatti accrescere la nostra consapevolezza significa evitare che altri decidano al posto nostro basandosi sul nostro silenzio-assenso, spesso dovuto più alla nostra ignoranza che a una precisa volontà di accettazione. 

Tutto questo avendo come base ferma e obbiettivo primario l'etica intesa nella sua accezione più ampia.

 

Ciò che caratterizza ulteriormente Νους è la sua collocazione in uno spazio privilegiato: Villa Starace, immersa in uno scenario naturale suggestivo, dove i fruitori delle iniziative del Centro,  provenienti da tutta Italia e non solo, possono soggiornare.  

 

Offriamo inoltre la possibilità di usufruire dei nostri spazi a chi avesse proposte in sintonia con quanto esposto, miranti quindi all'acquisizione di sempre maggiore consapevolezza e al raggiungimento del benessere psico-fisico-spirituale della persona in tutte le sue forme.

 

 

Perché "il cammino etico"?

 

Cammino perché il vivere secondo etica non è affatto scontato ma è un percorso pieno di ostacoli, alcuni inerenti al nostro carattere, alla nostra storia personale e familiare, e altri che si frappongono tra noi e la nostra meta da parte della società attuale e della cultura che la permea e che di etico non hanno assolutamente più nulla.

Ecco dunque che il nostro vuole essere un percorso che ci stimoli ad ogni azione, ad ogni parola e anche ad ogni pensiero a interrogarci su quanto essi siano corretti, rispettosi degli altri e della vita.

 

E' interessante notare che la parola Etica viene fatta derivare etimologicamente dal greco εθος éthos, che significa "uso, costume, abitudine", o anche da ηθος ēthos che ha lo stesso significato, similmente alla parola Morale che deriva dal latino mos, moris "uso, costume, abitudine" (ma che ha anche il significato di: "volontà, desiderio, capriccio"). 

Ma ci sono altre parole greche: ετεος eteòs che significa "vero, reale", ετος etos "a ragione", ητε ēte "certamente" ed ητοι ētoi "certo, senza dubbio, in verità".

Oltretutto  la stessa parola Etimologia deriva da ετεος eteòs e significa "senso vero, significato originario".

 

A sua volta il greco εθος éthos deriva molto probabilmente (Franco Rendich "Dizionario etimologico comparato delle lingue classiche indoeuropee p. LXIII) dal sanscrito स्वधा  svadhā, composto da सव sva  "proprio", "se stesso" e  धा dhā "che possiede", "che pone"con il significato complessivo quindi di  "riposto in sé". Infatti la "s" e la "v" cadono, la "a" diventa "e", la "dh" "th" e la "ā" "os" secondo precise regole di trasformazioni studiate dalla linguistica.

D'altronde in sanscrito Morale si traduce con tutt'altra parola e cioè नीति nīti, "condotta morale", "guida di comportamento" dalla radice नी "condurre", "guidare"

 

Di  fatto la differenza tra etica e morale è grande: mentre quest'ultima è rappresentata dall'insieme di leggi scritte o non scritte tipiche di una nazione, di una religione o di un'epoca, l'etica è universale e consiste essenzialmente nel senso del "giusto" in ogni tempo e in ogni luogo a cui ciascun uomo può accedere attraverso la funzione intuitiva (non istintiva e non intellettuale) e mettendosi così in contatto con il Νους (o Intelletto da non confondere con la mente o la razionalità)

 

Vivere secondo etica, quando intorno a noi la maggioranza delle persone non sa e non vuole sapere neanche cosa significhi, è l'obiettivo a cui tutti dovremmo tendere e, insieme a Mahatma Gandhi, pensiamo che l'unica strada percorribile per contribuire alla costruzione di una società etica sia:

"Sii tu il cambiamento che vorresti vedere nel mondo"